Wonder, R.J. Palacio

“Un giorno ero seduta su una panchina con i miei due figli e ho visto passare una bambina che aveva evidentemente la sindrome di Treacher-Collins, una rara malattia ereditaria che colpisce le fattezze di una persona lasciando inalterato tutto il resto. Ciò che mi ha colpito non è stata la ragazzina, ma la mia reazione: sono stata presa dal panico, temevo che mio figlio di tre anni vedendola avrebbe reagito urlando, come aveva fatto alla festa di Halloween. Mi sono alzata di scatto, come punta da una vespa, ho chiamato l’altro figlio e mi sono allontanata di corsa. Alle mie spalle ho sentito la madre della ragazzina che, con voce molto calma, diceva: ‘Forse è ora di tornare a casa’. Mi sono sentita un verme e non sono riuscita a dimenticare questa esperienza.” Da un’intervista con The Telegraph all’autrice di Wonder, R.J. Palacio.

Pochi giorni fa ho postato, assolutamente non a caso, Saint Exùpery, e il suo celeberrimo “non si vede che con il cuore, l’essenziale è invisibile agli occhi”, proprio perché, oltre ad essere un pensiero giornaliero, stavo anche leggendo Wonder. “August è nato con una gravissima malformazione facciale. 10 anni e 27 operazioni chirurgiche dopo è pronto ad avventurarsi per la prima volta tra i banchi di scuola. Sarà dura per lui, ma grazie alla sua famiglia e ad alcuni amici preziosi Auggie scoprirà il mondo fuori dal suo piccolo nido sicuro”.Un romanzo sull’imperfezione umana. Imperfezione di vari gradi, siamo imperfetti e di questo dobbiamo farcene una ragione, ma non certo fino ad arrivare al punto di rinunciare a tendere comunque alla miglior perfezione possibile. L’unico essere davvero perfetto di tutto il romanzo è infatti un cane, perché l’unico in grado di giudicare il prossimo completamente privo di pregiudizi. Gli esseri umani invece ne avranno sempre, specie quelli riguardanti l’aspetto esteriore. C’è solo da vedere chi si impegna per superarli al meglio e chi invece ci annega dentro. Vivere in “socialità”, tutti insieme, non ci ha insegnato ad allargare gli orizzonti, bensì a chiuderli sempre di più. Invece di allargare la selezione, la rendiamo sempre più dura, stretta, un piccolo vicolo buio che ci porta alla stanzetta delle regole di convivenza, dove si è deciso chi sia buono e chi cattivo, chi brutto e chi bello, chi accettabile e chi meno, in base ad assurdi criteri, dove una faccia conta più di un cuore.Il libro è fatto bene, davvero benissimo. L’idea di moltiplicare l’io narrante è favolosa. Ci fa capire i diversi punti di vista, dal protagonista alla sorella, agli amici…e ci fa capire anche che esistono imperfezioni molto più serie di quelle di una faccia deforme, anche questo è un punto fondamentale….un libro, ma anche otto libri insieme. Ogni capitolo preceduto da una citazione famosa o da una canzone, e tutte scelte azzeccate in pieno. Il capitolo in cui parla la sorella, Via, è stato per me il più toccante.Tanto, troppo buonismo, sicuro, pensando a cosa accade nella realtà. Ci vorrebbero genitori così, presidi così, insegnanti così, ragazzi così….soprattutto credo che siano i genitori, i responsabili numero uno degli atteggiamenti dei loro figli….”la mela non cade mai lontano dall’albero..”….Ma il punto non è questo, non importano buonismo e lieto fine… Il libro vuole metterci di fronte ad un problema, e vuole arricchirci, vuole arricchire il nostro concetto di diversità. Personalmente ne sono rimasto colpito, per motivi miei e che qualcuno conosce, e che mi ha dato un raggio di speranza….il cuore, conta…non dove abbiamo naso e occhi, né il loro colore o forma…e il cuore trascina, anche chi magari non si sentiva pronto, all’inizio. Un libro teoricamente per ragazzi, nato per loro, ma che farebbe bene al cuore di ogni adulto, forse di più.

wonder

Annunci

4 pensieri su “Wonder, R.J. Palacio

  1. Centrini e Deliri ha detto:

    Ciao, ho letto anch’io questo libro. E devo essere sincera, all’inizio non mi ha colpito molto, ma continuando a leggerlo, sono rimasta sempre più colpita.
    Ti arricchisce dentro!
    E mi sono ritrovata molto nella tua recensione!
    Hai letto anche il libro di Julian? 😀

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...