I formidabili Frank, di Michael Frank

i formidabili frank

È stata una lettura, per me, carica di tensione fin dal primo rigo.

“Quello che provo per Mike è qualcosa di straordinario. È un sentimento più forte di me. Non riesco a spiegarlo. È semplicemente il bambino più meraviglioso che io abbia mai conosciuto, e lo amo più della vita stessa. Vorrei tanto che fosse mio”.

È così che si comincia, ma non parla una mamma, parla una zia.
“Un fratello e una sorella hanno sposato una sorella e un fratello.
La coppia più anziana non ha figli e quindi quella più giovane glieli presta.”

Michael aspetta tutti i giorni alla finestra della sua camera l’arrivo di un’automobile e il suono del suo clacson, è sua zia Hankie che lo chiama, lo vuole, lo desidera con sè, per condurlo a scovare la bellezza del mondo. Una zia dal doppio volto. Un pigmalione che dona amore, ma che nello stesso tempo, mentre sembra donarti senza riserve tutto, il tutto te lo toglie, ti toglie l’aria, ti toglie la possibilità stessa di essere un bambino, di avere amici, di avere un’idea che sia davvero solo tua.
Le affinità elettive che sono come una droga di cui si ha sempre bisogno, quando pensi che una sola persona ti capisca al mondo, che una sola persona sappia chi sei e cosa vuoi diventare,e per te quella persona è la migliore in assoluto. Quindi, chi più fortunato di Michael?

All’inizio mi sento fortunato a essere così benvoluto, scelto come l’oggetto di un amore tanto grande…ma poi ci penso un attimo. E non capisco, in realtà, cosa significhi essere amati più della vita stessa.
È così che io amo mia madre? È possibile amare qualcuno in questo modo?”

“Lei era il sole e io il suo pianeta”.

Quando nella tua famiglia esiste un personaggio così ingombrante, sfarzoso, pressante, psicologicamente pesante quanto un macigno, finisce che ti perdi. Perdi te stesso, il significato stesso di te e di cosa sei, per diventare l’immagine riflessa di chi ti sta educando, l’immagine dei suoi sogni e dei suoi desideri, non più dei tuoi. Quando l’amore sfocia in patologia. Prima sei il migliore, il più bello, poi diventi il peggiore essere sulla Terra, la più grande delle delusioni, quando dimostri di avere un’opinione diversa, quando finalmente è la tua voce, che si fa sentire.
È un libro autobiografico, un libro sui Frank, non so quanti di noi ci si potranno riconoscere, eppure penso che molti possano prendere spunto per riflettere sulla propria vita e su quanto contino i rapporti familiari, di quante ramificazioni complesse siano costituiti, di quanto si mente in famiglia, di quanto si sopporta, di come ci si adatta, quanto si può condurre e quanto si possa essere condotti anche quando non ci sembra affatto. Ma anche di quanto si possa amare, di quante modalità sia costituito l’amore, una madre può amarti in un modo, una zia nel modo opposto, e una nonna in un altro ancora, nel modo che ti può salvare da tutto, quello a cui ti aggrappi, quello in cui ti rifugi perché sai che lì non esiste tempesta, ma solo amore puro:

“In quella casa ero libero di essere me stesso in compagnia di una donna che in cambio non chiedeva altro che la mia compagnia. Non aveva secondi fini, o delle idee da inculcarci, nessuna gara da vincere, nessuna storia da controllare. Niente da offrire se non amore”.

Forse un romanzo con alcune parti ripetitive, con alcuni personaggi poco empatici e tanto complicati, ma è un romanzo sulla crescita, sulla formazione di Michael, e che coinvolge da subito, dalla prima pagina, un romanzo che ci costringe a pensare a quanto il mondo degli adulti e la loro influenza possano forgiare la vita di un bambino e il tipo di adulto che diventerà. E quanto poi sia difficile per questo bambino fare la scrematura tra brutti ricordi e capacità di conservare quelli che comunque sono affetti profondissimi.
Bello, davvero un bel libro.

Make Your Own Kind of Music, Cass Elliot

Annunci

2 pensieri su “I formidabili Frank, di Michael Frank

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...